Aziende italiane e Social Media

776 6

5023_20_medium

E’ incredibile, fino a qualche anno fa, quando proponevo ai miei ex titolari di provare a farsi un pò di pubblicità aprendo una semplice pagina su Facebook, facendola gestire ad un responsabile, mi sentivo sempre rispondere: “Sì, poi vi perdete tra le nuvole e non lavorate più”.

Non sono mai stato di principio una persona insistente nella mia vita, forse avrei dovuto esserlo di più per il bene di quelle aziende di cui ero dipendente, però sapevo (ma soprattutto sentivo) fin da allora che i Social Media sarebbero stati il futuro, fondamentali, per riuscire a farsi mercato.

Poi, ieri, leggo questo articolo.

Devo essere sincero: in un anno da freelance, in cui mi sono ovviamente proposto ad ogni tipologia di impresa, non ho (quasi) mai visto questa palese apertura all’utilizzo dei Social al loro interno. Anzi, posso dire di aver notato quasi sempre molta superficialità ed esitazione in un investimento di questo tipo. Al contrario, invece, ho notato più interesse di impiego nei Social Media da parte dei professionisti (Consulenti, Studi, Liberi Professionisti..).

L’utilizzo di queste applicazioni ai propri dipendenti, sotto forma di condivisione di post/immagini/contenuti, potrebbe portare una detonazione di traffico sulla rete aziendale più densa di quanto questa possa supportare, dando di conseguenza maggiori possibilità all’impresa di visibilità ed acquisizione di nuovi clienti e/o mercati.

Voi cosa ne pensate, anche secondo le vostre passate e/o recenti esperienze, del rapporto tra Aziende italiane e Social Media?

Total 0 Votes
0

Tell us how can we improve this post?

+ = Verify Human or Spambot ?

About The Author

Classe '83, tenero amante del tortellino in brodo, ex basketball player, tifoso di colori rossoneri, oggi papà e marito. Mi occupo di Social Media Marketing dal 2012 per PMI, aziende e brand pubblici. Dal 2015 mi sono verticalizzato sull'Instagram Marketing. Sono quella persona che siede davanti al computer tra le 8 e le 12 ore al giorno, per curare al massimo il tuo brand.

Commenta l'articolo!

6 commenti on "Aziende italiane e Social Media"

  1. Diciamo che non ho molti clienti, ma studiando quelli dei miei competitor noto che c’è una maggiore apertura ai nuovi canali di comunicazioni, ma da qui a parlare di reale percezione delle potenzialità dello strumento social media ne passa di acqua sotto i ponti. Dobbiamo fare ancora tanto lavoro di evangelizzazione, ma l’impresa è possibile. 😉

  2. Serena

    Credo che le aziende dovrebbero sfruttare nel migliore dei modi i social media: hanno così la possibilità di comunicare direttamente con i loro mercati … e sottolineo POSSIBILITÀ! 🙂

    • Grazie Serena per il tuo riscontro. Lo condivido!
      Un altro dei problemi principali, secondo mio modesto parere, è che non si fidano dei Social Media ancora. Si nascondono dietro ad un classico (ed ormai banale) “non ci sono soldi adesso da investire, c’è la crisi” quando invece queste applicazioni potrebbero essere proprio la possibile fonte di acquisizione di nuovi clienti e di conseguenza di guadagno.

  3. Ma vedi Alessandro, il recente studio sulla “SocialMediAbility” ad opera della IULM ci conferma che cresce l’uso dei Social Media nelle aziende italiane, ma non si è sviluppata ancora quella consapevolezza tale da poter parlare effettivamente di “crescita”. Ci vorrà ancora del tempo e molto da lavorare 😉

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*