Cloud: nuvola estiva o reale opportunità?

Web
395 0

Ci sono cose che noi umani – pardon! – italiani non riusciamo proprio a digerire. Il nostro conservatorismo, unito ad un po’ di sana ignoranza, continua a prevalere. Intanto il resto del mondo prosegue il suo cammino…

Cloud nuvola estiva o reale opportunità

E’ notizia di un paio di giorni fa che un hacker sarebbe riuscito a violare gli account Cloud di star hollywoodiane (tutte donne, guarda caso), rubandone immagini di nudo integrale e video a luci rosse. Questa la lista delle “derubate”.

In particolare, sorvolando sulla leggerezza con cui queste celebrità hanno sfruttato queste piattaforme, si discute di come siano state bucate le password di ognuna di loro. Inoltre, cos’avevano in comune tutte queste password? iCloud.

Il “guardone”, perché non si può definire diversamente, avrebbe sfruttato una falla della famosa nuvola di Apple e rubato scatti di vita privata, postandoli successivamente sul sito 4chan.

Cloud e iCloud

Hanno esattamente la stessa funzione: archiviazione di file on-line. L’unica differenza è che iCloud è un servizio personalizzato di Apple.

Salvare i propri documenti on-line è solo una delle più recenti innovazioni che i Big informatici/tecnologici hanno messo al nostro servizio.

Perché sfruttare la nuvola? Semplice: non appesantisci i tuoi device (smartphone, tablet, pc) con centinaia di foto/video/file e li archivi direttamente in web-server esterni (di cui nessuno conosce la residenza), sempre raggiungibili ed accessibili con qualsiasi dispositivo appunto.

<<Che cazzata!>> direte voi, invece no, dico io.

Questi spazi di archiviazione di massa sono una delle più belle ed utili invenzioni dell’ultimo decennio, fra quelle che stanno aprendo le porte al Web 3.0! I coglioni, piuttosto, sono altri due soggetti in particolare: in primo luogo Apple, la quale non può dare un disservizio e far trasparire una leggerezza tecnica simile (soprattutto in questi anni di flessione per l’azienda di Cupertino, diventata famosa solo grazie al luminare Steve Jobs), in secondo luogo le star hollywoodiane – e anche tu, se sfrutti questo servizio per i tuoi selfie intimi – per ovvi motivi.

Te lo spiego io il vantaggio della nuvola, anche se mi pare scontato: tutte le piattaforme Cloud hanno divulgato beneficio nell’era dello smartphone e tablet, dando la possibilità di portare con te i semplici dispositivi elettronici e lasciare la tua 24ore a casa, nell’armadio dei ricordi. Anche io, che mi occupo di social media marketing e creo contenuti per blog e siti aziendali, ne ho tratto palese beneficio: mi viene un’idea per un articolo? Scrivo e archivio! Ho trovato un’immagine adatta per una campagna attiva? Acquisisco e archivio!

Qualcosa di sbagliato c’è

Certo che c’è qualcosa di sbagliato: l’utilizzo.

Come ogni cosa già esistente su questa terra, l’utilizzo che ne fai può determinarne risultati differenti. Esempio pratico: se usi un coltello per affettare il pane, mangi. Quindi è un ottimo uso. Se usi lo stesso coltello per uccidere un essere vivente, male! Questo è l’uso sbagliato dell’oggetto.

Chiaro, no?

Dimmi la tua

Utilizzi servizi come Google Drive, Dropbox e iCloud? Se sì, tieni anche copia dei tuoi documenti sensibili e/o foto hard col tuo partner? 🙂

A parte gli scherzi, parliamone insieme: ti aspetto fra i commenti!

Total 0 Votes
0

Tell us how can we improve this post?

+ = Verify Human or Spambot ?

About The Author

Classe '83, tenero amante del tortellino in brodo, ex basketball player, tifoso di colori rossoneri, oggi papà e marito. Mi occupo di Social Media Marketing dal 2012 per PMI, aziende e brand pubblici. Dal 2015 mi sono verticalizzato sull'Instagram Marketing. Sono quella persona che siede davanti al computer tra le 8 e le 12 ore al giorno, per curare al massimo il tuo brand.

Commenta l'articolo!

Nessun commento on "Cloud: nuvola estiva o reale opportunità?"

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*