Come creare un contest di successo!

Come creare un contest di successo!

100 Flares Twitter 33 Facebook 26 Google+ 25 Pin It Share 1 LinkedIn 15 Email -- 100 Flares ×

E’ un periodo molto concitato, per i contest: tutti ne parlano e tutti ne vorrebbero attivare. Di seguito, troverai tutto ciò che ti serve per l’elaborazione di un concorso di successo!

Come creare un contest di successo!

La scorsa settimana sono stato contattato da un mio attuale cliente, entusiasta di un particolare contest che aveva avuto modo di notare su Facebook e promosso da un’azienda di diverso settore.

Partendo dal presupposto che non è stato facile fargli capire che, quel concorso, era su misura per quella particolare attività, ha insistito sull’elaborazione di un progetto simile, da attivare successivamente sulla sua fanpage.

Ovviamente con “simile”, io, intendo qualcosa di studiato per l’azienda mia cliente, evitando di andare ad adattare/copiare quello appena visto sul web. Giusto per fare chiarezza ;)

Nel contesto, però, mi sono chiesto: “Pozzetti, sicuro che tutte le aziende possono trarre vantaggio da un contest?”

Ecco, in quel caso, per quel particolare cliente, sì, per altri, ripensandoci, no.

Come un contest potrebbe giovare alla tua attività

Ci sono aziende che, effettivamente, sono fatte su misura per l’attivazione di contest e, noi social media cosi, ci sbizzarriamo con le idee più divertenti e stuzzichevoli che possono coinvolgere notevolmente il pubblico.

Brand famosi non li cito, proprio perché sono conosciuti e vivono di rendita grazie agli anni d’oro, acquisendo like/condivisioni/commenti senza bisogno di grandi idee.

Le PMI invece, vero motore trainante dell’Italia - già per calarsi nel contesto web hanno (hanno avuto e continueranno ad avere) bisogno di visioni mistiche - se di nicchia, sono conosciute solo dagli addetti ai lavori e per riuscire a farle emergere su un canale quale può essere Facebook o un qualsiasi altro social media, necessitano di efficaci strategie, ad hoc.

Prova ad immaginare aziende, fra queste, che producono alimentari, accessori moda o cibo per animali…dire che sono adatte per la creazione di concorsi, è poco!

Chiaro che bisogna avere degli obiettivi ed attenersi a delle regole ben precise, prima di lanciare contest ma, di questo, te ne parlerò fra poco…

Ci sono aziende non adatte alla promozione di contest?

Sì, assolutamente. Su due piedi mi vengono in mente quelle B2B di un particolare segmento di mercato.

Proprio quest’ultimo aspetto (settore di nicchia) è fondamentale, infatti che tu sia B2B o B2C non fa differenza, ahimè. Immaginati di avere un’impresa che produce pellicce: hai idea di quanti feedback negativi riceveresti dagli animalisti? Per non parlare di insulti!

Ecco, la creazione di un concorso per un settore simile, significherebbe solo un fallimento. Per lui (azienda) ma anche per te (community manager)!

Le caratteristiche che deve avere un contest

Attivare un concorso, tanto per provare, potrebbe essere un’arma a doppio taglio, quindi, devi innanzitutto definire col cliente diversi aspetti. Te li vado ad elencare:

  1. tipologia di contest da attivare – per dirne alcuni: votazione di foto, video-presentazione più creativa oppure lancio di #hashtag?
  2. Applicazioni terze – ne sfrutterai per il concorso? Personalmente non le amo molto ma, effettivamente, sono molto utilizzate e ce ne sono per tutte le tasche, free e non.
  3. Premi - devono essere inerenti al target di riferimento e che portino, perché no, beneficio al brand. Ad esempio, al vincitore del concorso, oltre al premio, potresti inviare in omaggio un gadget brandizzato (portachiavi? cover iphone?), così che porti beneficio alla brand awareness.
  4. Promuovi il contest in maniera adeguata, attraverso i canali giusti (sito web, newsletter, campagna Facebook Ads e altri social network) di modo che possa raggiungere il massimo dei potenziali utenti.
  5. Legislazione - fai attenzione perché, come in tutte le cose, ci sono delle regole da rispettare nei concorsi, soprattutto quando si parla di premi e burocrazia italiana.
  6. Per completare e rendere ancora più completo ed appetitoso un contest, ho interpellato un esperto, membro del mio team, nonché amico e collega (freelance anche lui, ovviamente!), all’anagrafe Christian Roveri. Ecco le sue “chicche“:
    • integrazione di pagina dedicata descrittiva (landing page);
    • integrazione di pagina riservata a regole di partecipazione e premi (e le varie pagine legal);
    • integrazione di pagina faq;
    • integrazione di video che spiega come funziona il concorso (sia per promozione video che per i “pigri a leggere”);
    • integrazione di parte seeding (digital pr) nei blog/community di interesse per le potenziali “personas” (ex target di riferimento).

Sei pronto per il tuo concorso?

Caratteristiche, suggerimenti ed aspetti, ora, li hai. Sei pronto ad elaborare contest per i tuoi clienti? Hai dubbi o suggerimenti? Ti aspetto fra i commenti :D

100 Flares Twitter 33 Facebook 26 Google+ 25 Pin It Share 1 LinkedIn 15 Email -- 100 Flares ×
Commenta l'articolo!

5 comments

  1. Pingback: Come creare un contest di successo! - APclick |...

  2. Paolo

    L’argomento è delicato e Il link che hai messo all’articolo di Ninja Marketing sulle norme italiane in merito ai concorsi è fondamentale. Sarebbe bello fare i concorsi come in America, ma la realtà è che per le norme italiane, se penso a piccole imprese o imprese locali come ristoranti, negozi di abbigliamento, ecc direi che non è alla loro portata. Sarebbe uno sforzo immane che secondo me non ha senso soppesando costi e ricavi, impegno e benefici.
    E’ un peccato perché per esempio per un ristorante fare un contest dove la foto della coppietta più bella vince una cena può essere interessante, soprattutto se il ristorante ha un’atmosfera romantica e il suo target ideale sono le coppie.

    • Ciao Paolo!
      Diciamo che in Italia tutto va preso con le pinze e, soprattutto, la gente (e in questo caso le imprese) si arrende davanti alla burocrazia.
      Qualcosa di buono, comunque, si riesce ancora a fare :)

  3. Pingback: Social Media contest: impossibili da affrontare - APclick

  4. Pingback: #GetReadyToPlay: Ford, Spotify e un super playlist contest - APclick

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>