Content Marketing: come, cosa, quando, dove e perché!

661 1

Attenzione: contenuto ad alto tasso di qualità! Si prega l’utente di leggerlo con cura ed assimilarlo a piccole dosi 😉

content marketing

Dopo aver approfondito insieme il delicatissimo tema del comment marketing, evidenziandone le sue utilità e le sue caratteristiche, oggi ho voluto portarti su un altro terreno fertile ed in attesa del “boom” definitivo (doveva essere il 2013 in Italia ma, ahimè, non lo è stato): il content marketing.

Quando ti parlo di content marketing, intendo tutto quell’insieme di attività che ti portano alla creazione e propagazione di contenuti di qualitàinteressanti rilevanti per il target di riferimento.

L’obiettivo principale di questa costola del web marketing, se sfruttata al meglio, è di acquisire nuovi fan/follower sui vari social network e trasformarli in potenziali clienti, qualora fossi un’azienda.

La progettazione ed ottimizzazione di contenuti efficaci, deve divenire parte integrante delle tue strategie perché, se adoperata per le proprie potenzialità, ti consentirà di acquisire quella visibilità che tanto aspiri, senza la necessità di dover investire grosse somme di danaro in advertising.

Come fare uso di Content Marketing

Innanzitutto, per creare dei contenuti che attirino l’attenzione di nuovi fan e potenziali clienti, non basta essere solo presenti sui social media, bensì serve comporre qualcosa che generi viralità e che rispetti almeno uno di questi criteri:

  • che porti una novità;
  • che sia utile allo scopo del pubblico;
  • che fornisca servizi, sconti o coupon promozionali;
  • che abbia carattere ironico;
  • che ponga quesiti.

Per te, che produci contenuti, ti consiglio di esercitarti a:

  • proporre supporto al pubblico;
  • proporre link esterni ed approfondimenti;
  • offrire aggiornamenti sul tema (è una continua evoluzione);
  • adattare i contenuti ai social network;
  • monitorazione quotidiana dei flussi che i contenuti creano sul web.

Le 6 fasi del Content Marketing

  1. PIANIFICA: esamina bene le tags di interesse, le news, le conversazioni sul web ed i competitor. Subito dopo sarai in grado di costruire un piano editoriale strategico.
  2. CREA: non sforzarti ad inventare chissà cosa, gli argomenti li trovi nella tua quotidianità. Adatta lo stile alle varie piattaforme (social, blog, etc.etc.).
  3. PROPAGA: ecco, non pubblicare come se non ci fosse un domani! Usa criterio. Il tuo pubblico è sempre in ascolto e se lo inondi con le stesse informazioni 15 volte al giorno, non sarà difficile che in breve tempo ti elimineranno dai loro Feed.
  4. PROMUOVI: come ti dicevo, l’advertising non è tutto, quindi sfrutta bene la SEO per l’ottimizzazione sui vari motori di ricerca. Anche il passaparola, è una buona promozione sui vari canali social media, sai?
  5. GESTISCI: prima di tutto dai ascolto al tuo pubblico, ringraziando e rispondendo ai commenti con costante sincerità e trasparenza. I tuoi contenuti, talvolta, puoi revisionarli se lo necessitano. Un aggiornamento dovuto all’evoluzione non è peccato anzi, darai nuovi spunti e nuova vitalità ai tuoi archivi.
  6. ANALIZZA: la raccolta e lo studio dei dati prodotti dalla nostra strategia di content marketing, è fondamentale. Ad esempio: come potresti sapere, senza un’analisi, se quel contenuto è stato utile oppure no?

Dimmi tutto

Sono qui: pronto ad ascoltarti e prestare attenzione ad ogni dubbio o critica relativa all’argomento affrontato 🙂

Conoscevi già queste guide? Parliamone insieme, nei commenti!

Total 0 Votes
0

Tell us how can we improve this post?

+ = Verify Human or Spambot ?

About The Author

Classe '83, tenero amante del tortellino in brodo, ex basketball player, tifoso di colori rossoneri, oggi papà e marito. Mi occupo di Social Media Marketing dal 2012 per PMI, aziende e brand pubblici. Dal 2015 mi sono verticalizzato sull'Instagram Marketing. Sono quella persona che siede davanti al computer tra le 8 e le 12 ore al giorno, per curare al massimo il tuo brand.

Commenta l'articolo!

1 commento on "Content Marketing: come, cosa, quando, dove e perché!"

  1. Pingback: I segreti per fare del buon blogging - APclick

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*