Dove ti porta la passione per questo lavoro

797 2

Ti voglio rivelare un mio piccolo segreto e ribadirti un sano concetto, che sicuramente ti sarà utile.

Dove ti porta la passione per questo lavoroIeri ero a passeggio in centro a Modena con mia moglie e Oscar (il nostro cane), a goderci l’atmosfera natalizia che ogni anno il nostro capoluogo riesce a regalare. Durante la passeggiata ho avuto il piacere di incontrare una collega, che mi ha presentato alla sua bellissima famiglia in questo modo “Lui è Alessandro, il nostro collaboratore esterno. E’ un blogger!”.

Ad oggi, giuro, nessuno mi aveva mai presentato come blogger, ne tanto meno sapeva indicare la mia vera professione, nonostante alcuni fossero del settore. Lei, invece, con la sua più totale spontaneità, è riuscita ad individuare ed utilizzare il termine migliore che potessi mai sperare. E la cosa mi ha fatto piacere, mi ha dato un senso di orgoglio, perché solo 14 mesi fa ero una comunissima persona con la passione per la scrittura, ma con la paura di lanciarmi al popolo web.

Certo, io sono nato come community manager e tuttora creo strategie digitali per i miei clienti ed amministro le loro pagine social, però non ho mai nascosto che se un giorno riuscissi a sopravvivere con la sola scrittura, lo farei, senza alcun dubbio.

Per me la scrittura digitale è come un’ora di allenamento per uno sportivo: mi scarica emotivamente e mi rende soddisfazione alla fine della composizione del contenuto.

Vuoi sapere un segreto? Recentemente sono stato contattato da un editore e messo in contatto con un suo scrittore, il quale, quest’ultimo, mi ha richiesto un contributo per il suo libro in prossima uscita!

Cioè, io, Alessandro Pozzetti, freelance da appena 2 anni e blogger da soli 14 mesi, ho raggiunto questo meraviglioso obiettivo senza mai chiedere niente a nessuno ed esclusivamente grazie al sudore della mia fronte. Sono riuscito a distinguermi sul web per il mio lavoro e qualcuno se n’è accorto, ricevendo questo grande premio. Almeno, io, lo ritengo come tale e me lo stringo forte al petto!

Questo significa che la meritocrazia esiste, e qualcuno la pratica oltre a conoscerne il significato della parola.

Questo significa che lavorare bene porta passaparola, visibilità e maggiori possibilità di nuovi progetti.

Questo significa che se fai qualcosa di buono, puoi farcela, e senza bisogno di andare a leccare il culo di qualcuno.

Perdere la speranza: mai.

Ecco, a fine 2013 le cose non erano materialmente così buone, c’erano discrete prospettive ma ancora astratte. Lavoravo, certo, ma non come in questo 2014, inoltre, pochi credevano che ce l’avrei fatta e di tanto in tanto mi consigliavano di tornare al mio vecchio lavoro d’ufficio. Oggi, invece, posso dire che quest’anno è stato un autentico successo personale: ho smentito le male lingue, quelli che non comprendevano la mia scelta perché non ritenuta come un lavoro “tangibile”, che non pagasse l’affitto alla fine del mese, e che ritenevano degradante il mio lavorare da casa.

Bene, a queste persone bigotte, dico solo una cosa: ho avuto ragione io.

La voglia di rimettermi in gioco all’alba dei trent’anni, lo spirito di sacrificio, la voglia di sporcarmi le mani, Laura, la passione, lo studio, la forza di saper ancora sognare e l’apprezzamento dei miei lettori settimanali, mi hanno portato a raggiungere il mio primo vero obiettivo: diventare un professionista ed essere riconosciuto come tale.

Grazie.

Total 0 Votes
0

Tell us how can we improve this post?

+ = Verify Human or Spambot ?

About The Author

Classe '83, tenero amante del tortellino in brodo, ex basketball player, tifoso di colori rossoneri, oggi papà e marito. Mi occupo di Social Media Marketing dal 2012 per PMI, aziende e brand pubblici. Dal 2015 mi sono verticalizzato sull'Instagram Marketing. Sono quella persona che siede davanti al computer tra le 8 e le 12 ore al giorno, per curare al massimo il tuo brand.

Commenta l'articolo!

2 commenti on "Dove ti porta la passione per questo lavoro"

  1. Sara

    Bravo Alessandro,
    questo 2014 dev’essere stato un anno magico! In quest’anno ho capito qual’è la mia strada e sono pronta per un 2015 scoppiettante!
    Complimenti per i traguardi raggiunti! Te li meriti tutti: si vede la dedizione e l’impegno che ci metti ogni giorno in quello che fai. Continua così e avrai sicuramente tante altre soddisfazioni.

    PS: chi distrugge, demoralizza e non sprona gli altri non arriverà mai lontano. Circondati solo di persone concrete, sognatrici e positive! Questa è un’altra cosa che ho capito quest’anno.

    Buone feste e riposati! Te lo meriti!

    Sara

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*