Fonti affidabili e veri influencer

1439 2

Chi sono le fonti affidabili? Chi possiamo ritenere veri influencer?

Fonti affidabili e veri influencer

Quando mi trovo di fronte a prodotti di cui non ho mai sentito parlare, soprattutto se gastronomici e per la cura della persona, sono sempre un po’ restio ad acquistarli. Cerco sempre di trovare qualcuno che li abbia provati prima di me e da cui possa ricevere un parere affidabile. Non perché io ritenga che sia buona solo la cucina italiana o che il Made in Italy non abbia rivali, anzi, è un bene che esistano altre culture, ma semplicemente perché io sono fatto così.

Tornando a noi, ho il mio punto di riferimento: Andrea, un mio carissimo amico d’infanzia. La classica persona zaino in spalla, che prova tutto nella vita e senza paura, positivamente egocentrica, ma su cui so che posso sempre fare affidamento, in particolare quando parliamo di questi due particolari argomenti.

Ecco, lui è la mia fonte affidabile, oltre che un papabile influencer per quel paio di settori: food e cura della persona.

Perché? Te lo spiego con un esempio: se io voglio provare il Kimchi, per dire, so che lui mi saprà dire vita-morte-miracoli di quel prodotto, e allo stesso tempo me ne parlerà bene o male, a seconda della sua esperienza uomo –> brand.

Bisogna fare attenzione però, perché esistono anche fonti astute a vendersi come affidabili ed improvvisati influencer facilmente influenzabili.

I primi possiamo individuarli in persone che ci dimostrano sempre di sapere tutto, i cosiddetti tuttologi, ai quali appena gli si pone una domanda relativa a un tema non propriamente quotidiano, ci rispondono che è da anni che lo sanno o che lo fanno, oppure rimangono vaghi girando attorno all’argomento, ma comunque sentenziando. Un parere di dubbia provenienza quindi.

I secondi, invece, possiamo individuarli nei tester, quelli che si definiscono blogger ma che non ne conoscono nemmeno il significato di quella parola, bensì, pur di ricevere a casa prodotti, tartassano le fanpage dei brand con messaggi un po’ confusi, anche grammaticalmente parlando, ma che garantiscono una gratuita e positiva recensione per quella determinata merce sul loro blog (che spesso si rivela una fanpage Facebook) anche se una porcheria. Costui non è un vero influencer, ma qualcuno di decisamente improvvisato e molto influenzabile.

Concludendo, un consiglio diretto alle aziende che si stanno affacciando solo oggi ai social media: prima di ritenere affidabile una determinata fonte e reputare autorevoli determinate persone, al secolo influencer, guardatevene bene. Ingaggiate un professionista che sappia e possa indicarvi la strada giusta, onde evitare figure barbine e condizioni irreparabili agli occhi del vostro target.

Total 0 Votes
0

Tell us how can we improve this post?

+ = Verify Human or Spambot ?

About The Author

Classe '83, tenero amante del tortellino in brodo, ex basketball player, tifoso di colori rossoneri, oggi papà e marito. Mi occupo di Social Media Marketing dal 2012 per PMI, aziende e brand pubblici. Dal 2015 mi sono verticalizzato sull'Instagram Marketing. Sono quella persona che siede davanti al computer tra le 8 e le 12 ore al giorno, per curare al massimo il tuo brand.

Commenta l'articolo!

2 commenti on "Fonti affidabili e veri influencer"

  1. Pingback: Costruire una pagina Chi Sono che converta davvero - APclick

  2. Pingback: Il vero significato di "guadagnare con un blog" - APclick

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*