Il freelance è una realtà e Tim Smart ne è la prova

691 2

Anche le aziende se ne sono rese conto e in tal senso si stanno muovendo. Solo alcune, però…

Il freelance è una realtà e Tim Smart ne è la prova

Venerdì scorso, dopo pranzo, mi sono seduto sul divano con mia moglie a bere il caffè, per rilassarmi e guardare qualche minuto di televisione. Come solito, prima di rimettermi al lavoro.

Appunto, mentre in tv passavano la pubblicità, sono stato colpito dalla nuova campagna Tim, anzi, dalla nuova tariffa: Tim Smart.

Tim Smart, a 39,00 €/mese ti da una tariffa agevolata per il tuo smartphone con ben 2GB di internet inclusi e, soprattutto, una linea Adsl illimitata, una linea voce (telefono fisso) a costo zero e nessun canone. Inoltre, ti da la possibilità di estendere l’offerta ad altre 4 sim e di richiedere un tablet o uno smartphone da soli 3,00 €/mese in più.

Ecco, ora non voglio fare pubblicità a nessuno, però, personalmente, Tim Smart la vedo molto vicina ad una tariffa esclusiva per freelance. Per noi che lavoriamo da casa, soprattutto. Non ti sembra?

Però – c’è sempre un però – qualcosa mi ferma dall’aderire a questa apparente buona offerta, quella che io chiamo “inchiappettata finale”: i soliti 30/40/50/60 €, che in ogni fattura, ci troveremmo in più.

Quelle meravigliose tasse di concessione governativa e clausole varie che noi tendiamo ad accettare durante la firma dei contratti. Quelle che nessuno, in maniera trasparente, ce le espone, se noi non ci informiamo col consulente in tempo reale.

Vodafone, in queste cose, ne è regina. Lo dico per esperienza e, appunto per esperienza, ho chiuso il contratto appena ho potuto, tornando a ricaricabile.

Esatto, tornando comunque alla casa madre perché il servizio che ti da questo gestore telefonico, effettivamente, non te lo da nessuno (in termini di ricezione). Secondo mio modesto parere, chiaramente.

Qui, però, stiamo parlando di Tim e, con loro, di problemi ce n’erano già stati in questi termini, quindi, a bloccarmi, ci sono già due cose: le tasse che verranno addebitate in più oltre ai 39,00 €/mese e la scarsa ricezione in alcune zone dell’Italia.

Vodafone, Wind e Tre stanno a guardare?

Ecco, l’ultima vocina che mi dice “Aspetta ad attivarla!” è la curiosità di capire se Vodafone, Wind e Tre staranno a guardare o si muoveranno in tal senso. Anche se Wind, qualcosina, lo sta già facendo in termini di avvicinamento al consumatore.

Noi freelance, ormai, siamo una realtà, chi per fortuna e chi purtroppo. Appunto per questo: perché anche questi gestori non creano qualcosa ad hoc? Perché non si rendono davvero tutte smart?

A trarne vantaggio, imprese telefoniche, sarete voi in termini di nuovi contratti e noi per la nostra professione.

Se sono qui a parlarvene io, che sono freelance, peraltro (anche) blogger, è perché qualcuno sta già parlando di voi. E come me, tanti altri! Allora, perché non farci scrivere bene di ciò che state facendo?

Il vostro futuro è nelle nostre mani, nelle mani di tutti noi consumatori, e questa rivoluzione in atto verso il web 3.0, potrà essere solamente croce o delizia per aziende pubbliche come voi.

Total 0 Votes
0

Tell us how can we improve this post?

+ = Verify Human or Spambot ?

About The Author

Classe '83, tenero amante del tortellino in brodo, ex basketball player, tifoso di colori rossoneri, oggi papà e marito. Mi occupo di Social Media Marketing dal 2012 per PMI, aziende e brand pubblici. Dal 2015 mi sono verticalizzato sull'Instagram Marketing. Sono quella persona che siede davanti al computer tra le 8 e le 12 ore al giorno, per curare al massimo il tuo brand.

Commenta l'articolo!

2 commenti on "Il freelance è una realtà e Tim Smart ne è la prova"

  1. Dopo la corsa al ribasso del 2013 ormai è davvero difficile trovare una tariffa competitiva, sia in ambito fisso che mobile.
    Anch’io stavo addocchiando la TIM Smart e, da quel che ho capito, la componente mobile è una semplice ricaricabile e quindi non dovrebbe esserci la malefica tassa di concessione governativa.
    Ho visto oggi che è in promozione per un anno a 29 €/mese.
    Mi tenta ma anch’io sono un po’ frenato 🙂

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*