Gratis è sinonimo di Ricchezza

492 0

Oggi il concetto di marketing è più chiaro che mai: prima di ricevere l’attenzione che meriti (dal tuo target), devi concedergli qualcosa di tangibile.

Gratis è sinonimo di ricchezzaDi straordinario non c’è nulla in tutto questo, se non che il cliente medio non comprende l’importanza del “concedere” e del “concedersi” al proprio pubblico.

Che poi è il principio che è sbagliato: quell’idea di ritorno (immediato) tipica di chi ha vissuto i tempi delle vacche grasse. Tipo: io vendo, tu compri.

Tornando a noi, quando un cliente sceglie di comunicare sul web, non può più tornare indietro. Come non più aspettare di farlo, se desidera che la sua attività cavalchi l’onda digitale che si sta abbattendo.

La sua aspettativa, tendenzialmente, è quella di spendere economicamente poco o niente e avere un ROI da brand pubblico, tipico di chi presenzia sul web dalla notte dei tempi. La realtà, però, è totalmente differente: l’utenza non interagirà mai con l’azienda, finché l’azienda non stabilirà un contatto con l’utenza. E con “contatto” non si intende la tipica comunicazione istituzionale in cui si va semplicemente a pubblicizzare un prodotto.

E’ come una gara di pesca: puoi avere l’esca migliore fra tutti i concorrenti, ma se non sai pescare, non vedrai mai un pesce al tuo amo.

Gratis è sinonimo di ricchezza 2Il signor Gratis non è morto, è più vivo che mai

Partiamo da una fondamentale premessa: gratis è sinonimo di investimento e di ricchezza (non soltanto economica).

Pensiamo alle aziende che hanno regalato qualcosa ai loro clienti. Come l’app Instagram, ad esempio: è gratuita, ed ha messo a disposizione della propria utenza un prodotto innovativo, divenendo un esclusivo fenomeno di intrattenimento, e trasformandosi in una delle più discusse operazioni commerciali ed economiche di tutti i tempi, dopo l’acquisto da parte del gruppo Facebook di Zuckerberg.

Come ci conferma anche Chris Anderson, autore di Gratis: “Con la tentazione o l’illusione della gratuità si inducono i consumatori a metter mano al portafoglio” e ancora “Esistono beni e servizi online per cui gli utenti sono disposti a pagare solo in modi non convenzionali: con la propria attenzione, con la collaborazione, attraverso micropagamenti o permettendo che i propri dati di navigazione vengano utilizzati a fini pubblicitari”.

Con questo cosa voglio dire, che se abbiamo qualcosa da poter proporre al nostro pubblico, non possiamo venderglielo direttamente ne aspettare che venga a cercarci, ma dobbiamo essere noi a metterlo a loro disposizione.

Questo, andrà ad innescare nei consumatori il convincimento all’acquisto, che è ancor più fondamentale di una standardissima vendita, in quanto porterà le persone a parlarne e a generare quell’inarrestabile fenomeno chiamato passaparola, incrementando (anche) la brand awareness della stessa attività.

Total 0 Votes
0

Tell us how can we improve this post?

+ = Verify Human or Spambot ?

About The Author

Classe '83, tenero amante del tortellino in brodo, ex basketball player, tifoso di colori rossoneri, oggi papà e marito. Mi occupo di Social Media Marketing dal 2012 per PMI, aziende e brand pubblici. Dal 2015 mi sono verticalizzato sull'Instagram Marketing. Sono quella persona che siede davanti al computer tra le 8 e le 12 ore al giorno, per curare al massimo il tuo brand.

Commenta l'articolo!

Nessun commento on "Gratis è sinonimo di Ricchezza"

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*