Le caratteristiche per un perfetto personal branding

1159 17

Sì, l’attenzione e la cura del personal branding è decisamente un secondo lavoro. E’ scientificamente provato! Ma…se riuscissimo a fare formazione dai migliori, giocando? 

Le caratteristiche per un perfetto personal branding giochiamo

Lo scorso week-end stavo rileggendo il libro di Riccardo e, durante la lettura, tra una pausa e l’altra, facevo un po’ di zapping tra i miei account social.

Solitamente, quando vi accedo, ho notato che, il 90% delle volte, trovo sempre (nella mia timeline) i post dei soliti: le disavventure di Rudy, i #pensierisparsi di Cinzia, i selfie al gusto di barba-caffè di Nicola, lo #smarmellare di Salvatore, le #saggitudini di Davide, le motivations di Andre e le foto di Skande ad eventi mondani avvinghiato a giovini donzelle. 😀

Immagino che ti chiederai: cosa c’entra tutto questo col perfetto personal branding?

Il gioco del “perfetto personal branding”

Tutto questo c’entra eccome, infatti, ognuno di loro, ha caratteristiche ben precise nel loro “web-DNA”, pregi che li fanno emergere e che, fusi insieme, formerebbero un vero e proprio paladino del perfetto personal branding.

Facciamo un gioco! Immagina se potessi prelevare da ognuno di questi mostri del branding una sola qualità fra quelle elencate sotto: quali sceglieresti?

  1. web-DNA Rudy –> salama da sugo, magnifiche, uffizio, Divan-One, spritz, stile, influenza sul pubblico e una parola per tutti;
  2. web-DNA Cinzia –> sorriso, positività, attenzione ai particolari, news in diretta e umanità;
  3. web-DNA Nicola –> instagram, caffè, instagram, barba, instagram e ottima comunicazione;
  4. web-DNA Salvatore –> Google+, smarmellare, hangouts, assicurazioni e smarmellare;
  5. web-DNA Skande –> sicurezza, self-control, Ferrara, analisi e perfetta conoscenza dell’ambiente web;
  6. web-DNA Andrea –> motivazioni a go go, spirito di osservazione, tenacia e romanticismo;
  7. web-DNA Davide –> lovvotica, uomo social per autonomasia, bomber d’altri tempi e un parere su ogni argomento.

Io ci ho provato e ne è uscito un personaggio pazzesco, una specie di Optimus Prime che sbaraglierà qualsiasi tipo di eccezione che conferma la regola del perfetto personal branding:

  1. influenza sul pubblico;
  2. umanità;
  3. ottima comunicazione;
  4. smarmellare;
  5. perfetta conoscenza dell’ambiente web;
  6. spirito di osservazione;
  7. un parere su ogni argomento.

Ora sono pronto a scendere in campo! E tu?

Grazie a queste persone e al loro modo di porsi on-line (perché sono persone vere e non solo contatti di professionisti che amo seguire o con cui scambio consigli/pareri) imparo qualcosa ogni santo giorno, impostando e/o rivedendo le strategie per un perfetto personal branding, per me o per i miei clienti.

Tu, cosa ne pensi? Che pezzettino di caratteristiche ruberesti ad ognuno di loro?

Forma il tuo personaggio e descrivilo fra i commenti! 😉

Total 0 Votes
0

Tell us how can we improve this post?

+ = Verify Human or Spambot ?

About The Author

Classe '83, tenero amante del tortellino in brodo, ex basketball player, tifoso di colori rossoneri, oggi papà e marito. Mi occupo di Social Media Marketing dal 2012 per PMI, aziende e brand pubblici. Dal 2015 mi sono verticalizzato sull'Instagram Marketing. Sono quella persona che siede davanti al computer tra le 8 e le 12 ore al giorno, per curare al massimo il tuo brand.

Commenta l'articolo!

17 commenti on "Le caratteristiche per un perfetto personal branding"

  1. Ciao Ale,
    questo articolo mi è piaciuto proprio tanto! Come 8° punto da Rudy prenderei anche la capacità di ironizzare su tutto, compresa la mancanza di una macchina e la necessità di trovarne una nuova. Qualcun’altro ne avrebbe fatto una tragedia! Per gli altri 7 punti sono assolutamente d’accordo. Chissà il mio web-DNA attuale come sarebbe ahahah 😀
    Bravo come sempre!
    A presto
    Fede

  2. Bello bello bello! Ah! Quanto è piacevole leggere post di questo genere!

    “Ironizzare”… non tutti conoscono questa parola!

    Grande Alessandro! 😉

    ps. smarmellare… 😀

  3. Ciao Alessandro,
    come già ti ho scritto su Twitter, ho subito amato questo gioco: conosco molto bene questi “Magnifici 7” [per ora, purtroppo, solo via social] e non potevo non mettermi anch’io a pensare quali caratteristiche rubacchiare ad ognuno di loro.

    Rudy: come non adorare Rudy Bandiera? 🙂 Da catturargli subito l’influenza sul pubblico, ma anche la leggerezza e l’ironia [a proposito…#UnaMacchinaperRudy! 🙂 ]
    Cinzia: uno dei miei più grandi punti di riferimento. Di lei ammiro la positività, il calore umano e le sue incredibili capacità di storytelling.
    Nicola: beh, la barba sarebbe un problema… 🙂 sicuramente da rubare la sua grandissima competenza “visual”!
    Salvatore: cosa sarebbe Google+ senza le sue smarmellature? 🙂 Amo ogni suo post, perché unisce ironia a una grande conoscenza di G+ [da rubare subito!]
    Skande: …vabbè, lui È il guru! 🙂 Lo stimo davvero molto e non ho dubbi su cosa gli ruberei: le sue capacità analitiche e la sua solida sicurezza!
    Andrea: i suoi post motivazionali sono un appuntamento irrinunciabile. Cosa rubargli? La sua capacità di entrarmi nella testa e scrivere esattamente quello che avrei voluto sentirmi dire in quel momento.
    Davide: come hai scritto te, è davvero l’uomo social per antonomasia. Gli ruberei la capacità che hai ricordato, ovvero quella di avere un parere su tutto [e di condirlo con sana e sacrosanta ironia!]

    Beh, direi che posso ritenermi soddisfatta di questo Optimus Prime, tu che ne pensi? 😉

    Bravo ancora, Ale…a presto!

  4. Sara

    Oh ma che bell’articolo Alessandro! Allora provo anch’io a rubare qualcosa da questi mostri del marketing.

    1. web-DNA Rudy –> influenza sul pubblico;
    2. web-DNA Cinzia –> news in diretta;
    3. web-DNA Nicola –> ottima comunicazione;
    4. web-DNA Salvatore –> Google+;
    5. web-DNA Skande –> conoscenza dell’ambiente web;
    6. web-DNA Andrea –> spirito di osservazione;
    7. web-DNA Davide –> uomo social per autonomasia;
    E ne aggiungo un altro:
    8. web-DNA Alessandro -> umiltà

    Ora sono invincibile vero?

    Sara

  5. Pingback: Le caratteristiche per un perfetto personal bra...

  6. Pingback: Le caratteristiche per un perfetto personal bra...

  7. Pingback: Profilo personale batte fanpage 3-0 (su Facebook...) - APclick

  8. Pingback: Gregory Smith

  9. Pingback: Impariamo a fare branding da...Ford Focus! - APclick

  10. Pingback: Instagram è sopravvalutato - APclick

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*