Devi regalare consapevolezza ai tuoi clienti

491 2

La consapevolezza di poter essere on-line, visibile e raggiungibile da chiunque, è cosa ancor troppo grande per le nostre aziende e per un italiano medio.

Devi regalare consapevolezza ai tuoi clienti

L’ho sparata grossa? No, non credo. C’è sicuramente più propensione verso l’attivazione di canali social media, la creazione di siti web responsive e l’elaborazione di contenuti di qualità ma, non c’è consapevolezza.

La maggior parte dei clienti che ci assumono, non comprendono realmente l’esplosiva potenzialità di questi mezzi: “Si stanno aggiornando tutti, dice mia figlia, quindi dobbiamo farlo anche noi” è questa la risposta media che sento, ogni qual volta ne discuto apertamente con un cliente. La cosa che mi dispiace di più è il “dobbiamo farlo anche noi” e talvolta mi infastidisce pure.

La presenza on-line di un’azienda, tendo sempre ad accostarla ad un fiore. Se ci pensi vanno curati entrambi, vanno gestiti con attenzione e vanno rifocillati (il primo con contenuti di qualità ed il secondo con acqua, chiaramente). Se li abbandoni a se stessi, entrambi appassiranno.

Ecco perché dico che ci vuole consapevolezza: bisogna crederci per ottenere risultati.

Aiuta il cliente ad accrescere la propria consapevolezza

“Il cliente non ne vuole sapere di social media marketing. Come posso fare per convincerlo?” è la domanda che ha attanagliato un po’ tutti, noi del settore. Spesso ci siamo aggrovigliati lo stomaco e la mente, per riuscire a trovare le parole giuste da sfornare in fase di briefing ed aumentare la sua consapevolezza.

Personalmente, ho trovato gli input giusti grazie ai fatti. Sì, i fatti.

  1. Studia i migliori: se sono arrivati in cima alla vetta, qualcosa di buono l’avranno fatto, no? Anzi, hanno catturato già la tua attenzione, quindi analizza la loro maestria in fase di comunicazione e adattala al tuo stile.
  2. Case history: se sei alle prime armi, come freelance ad esempio, non avrai sicuramente un portfolio degno di essere sbandierato, quindi aiutati e fai tuoi i casi più concreti, quelli portati sul vassoio dai tuoi colleghi. Saranno un ottimo pasto, per il tuo cliente.
  3. Grafici: come ama un grafico il cliente, non lo ama nessuno. Provare per credere: crea presentazioni personalizzate e sfrutta grafici a torta inserendo percentuali e commenti!
  4. Coinvolgimento: ogni passo che fai sui social media per la sua azienda, aiutalo a comprendere perché è stato fatto. In questo modo si creerà interesse e curiosità in lui.
  5. Trasparenza: dagli visibilità dei tuoi processi. Ad esempio: hai pubblicato un post puramente testuale e lui voleva un’immagine allegata? Spiegagli il perché ne traeva vantaggio, in quel particolare momento con quella particolare modalità.
  6. Solarità e lato umano: non smetterò mai di battermi su questo punto. Mostra il tuo lato umano e sorridi quando serve! La troppa professionalità irrigidisce il tuo interlocutore.

Consapevolezza del cliente: la tua opinione

Cosa ne pensi dei sei punti sopra citati: sono sufficienti, secondo te, per aumentare la consapevolezza del cliente verso i social media? Inoltre, noti ancora rigidità verso queste piattaforme o vedi in atto un processo di cambiamento più sviluppato di quello che ho descritto io?

Total 0 Votes
0

Tell us how can we improve this post?

+ = Verify Human or Spambot ?

About The Author

Classe '83, tenero amante del tortellino in brodo, ex basketball player, tifoso di colori rossoneri, oggi papà e marito. Mi occupo di Social Media Marketing dal 2012 per PMI, aziende e brand pubblici. Dal 2015 mi sono verticalizzato sull'Instagram Marketing. Sono quella persona che siede davanti al computer tra le 8 e le 12 ore al giorno, per curare al massimo il tuo brand.

Commenta l'articolo!

2 commenti on "Devi regalare consapevolezza ai tuoi clienti"

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*