Cosa può insegnare Roberto Cerè a chi vuole emergere su Instagram

2433 0

Lo ammetto: fino a poco tempo fa lo conoscevo solo per “sentito dire”. Un sentito dire comunque positivo.

Roberto è una persona che ti sorride, prima di mostrare il suo Ceré professionista, ed ho avuto il piacere di approfondire la sua conoscenza nelle ultime settimane.

Apparentemente può sembrare la solita frase fatta ma è proprio così: da un po’ di tempo qualcosa in me è cambiato, semplicemente andando ad applicare alcuni dei suoi insegnamenti. E non vi dico la mia attività legata ad Instagram

Come ben sappiamo l’immagine che diamo di noi è tutto, in particolar modo al primo impatto. In quegli istanti ci giochiamo tutto, e non v’è dubbio sul fatto che una seconda occasione – in caso di impatto negativo – difficilmente ci verrà data.

E proprio per chi non ha superato il primo e fatidico “esame”, esiste una seconda possibilità.

Calma però: in questo percorso non ci sarà nulla di semplice, non ci sarà nulla di immediato e non ci sarà nessun ebook che vi promette di diventare ricchi domani. Bensì vi sarà un tragitto tortuoso, fatto di teoria, di pratica, di sopravvivenza, di esami e di molte altre prove.

Ma torniamo a noi, anzi, a me, all’Instagram Marketing e a Roberto Cerè. Cosa ci lega?

Chi conosce la mia storia sa anche come è nata la mia attività. Ed è stato proprio approfondendo la conoscenza di Roberto che in qualche modo ho ripercorso quei tragici momenti, dall’inizio ad oggi. Mi sono ritrovato immerso nel suo più classico esempio di Riparto da Zero e di Business Intelligente.

Che per la verità, molto onestamente, in origine il mio di “business intelligente” aveva proprio poco. È stato solo nel tempo che ho saputo perfezionare il brand APclick, autonomamente, e un grandissimo contributo è arrivato dal lavorare moltissimo sulla mia immagine, dentro e fuori dal campo di gioco. E il mio campo di gioco è Instagram.

Tante, tantissime persone sono state indirizzate a questo social media come fosse una facile fonte di guadagno, come se diventare famosi cominciasse con l’acquisire 10mila follower… MAGARI!

Forse Instagram non è più quel luogo meritocratico che premiava esclusivamente chi aveva un progetto fotografico degno di nota, e non batto ciglio su questo, perché l’esplosione di bot automatici ha dato la possibilità a TUTTI di provare un salto nel vuoto nella agognata oasi del facil dollaro. Ma Instagram sta comunque mutando, di giorno in giorno, e la sua priorità è di fare in modo che i brand possano fare business attraverso la sua piattaforma.

E fare business amici è tutt’altro che semplice. Non lo si fa scaricando un ebook gratuito sul blog del guru di turno, come non lo si fa dopando i propri risultati su Instagram. Appunto, se io nel 2012 avessi scoperto i consigli di Roberto Cerè, non dico che tutto mi sarebbe stato decisamente più facile ma mi sarei sentito accompagnato in un percorso – quello di fare business – che non è per nulla scontato.

Solo negli anni ho scoperto che lavorare sulla mia immagine, ma soprattutto sulla mia persona, potevo ottenere molto di più e con meno fatica. Un sorriso in più, un “ti ringrazio per avermelo segnalato” nel momento giusto e una decisa stretta di mano piuttosto di un occhiolino attraverso una emoticon, hanno cambiato in modo radicale le mie carte in tavola.

Date un’occhiata al suo canale YouTube, al momento l’unico canale web attivo di Roberto sul quale fruire di contenuti utili, contenuti che possono condurvi dove sono arrivato io nel mio piccolo.

A proposito, dove sono arrivato io?

Lo potete leggere qui. Non amo sbandierarmi, e non lo farò nemmeno in questa occasione, ma voglio raccontarvi l’ultimo grande risultato ottenuto: sto per iniziare a scrivere un libro.

In fondo in fondo, nel mio settore, se si ha davvero fatto qualcosa per cui si è emersi in modo positivo, arriva sempre qualcuno che vi chiede di raccontarlo in un libro. No? 😉

E se il libro sarà un flop?

Sono sicuro che non avrà le potenzialità per essere un flop. E qualche tempo fa, questa sicurezza, probabilmente non l’avrei avuta se non avessi seguito i corsi di Roberto Cerè.

#perdire

 
Buzzoole
 

Total 8 Votes
0

Tell us how can we improve this post?

+ = Verify Human or Spambot ?

About The Author

Classe '83, tenero amante del tortellino in brodo, ex basketball player, tifoso di colori rossoneri, oggi papà e marito. Mi occupo di Social Media Marketing dal 2012 per PMI, aziende e brand pubblici. Dal 2015 mi sono verticalizzato sull'Instagram Marketing. Sono quella persona che siede davanti al computer tra le 8 e le 12 ore al giorno, per curare al massimo il tuo brand.

Commenta l'articolo!

Nessun commento on "Cosa può insegnare Roberto Cerè a chi vuole emergere su Instagram"

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*