Scrivere per i social media

648 4

Scrivere per i social media può sembrare un gioco da ragazzi. Ci sono pochi principi, semplici ma efficaci. Ti va di scoprire insieme quali sono?  🙂

scrivere, scrivere per i social media

Innanzitutto sento doveroso spiegarti che, come social media, intendo tutti i siti web, piattaforme e servizi, che le persone utilizzano per condividere con gli altri esperienze e opinioni.

Detto questo, vediamo insieme le “regole” principali, che sarebbe bene seguire, per scrivere per i social media.

Essere brevi

“Scrivere per i social media” è sinonimo di “Scrivere testi brevi”. La disponibilità di Twitter per singolo post, ad esempio, è di soli 140 caratteri. Il segreto è fare arrivare in maniera diretta il messaggio, senza tanti giri di parole. Gli altri social network non sono così severi, però questo non significa che dovete fare dei monologhi. L’utente medio non ha tempo ne voglia di leggere dodici righe di post.

Un solo pensiero

Devi dire una cosa e soltanto una. Limita il contenuto del tuo post ad un solo argomento.

Lima i contenuti

Devi essere conciso. Elimina quindi le parole superflue, esempio: il Milan ha una squadra scarsa -> il Milan è scarso. Oppure, altro esempio: è ora disponibile il nuovo diserbante EX9 -> disponibile il diserbante EX9.

Linguaggio

Evita i paroloni (parole poco utilizzate nella routine quotidiana). Usa un linguaggio semplice e comprensibile a tutti. In questo modo potrai coinvolgere più fasce di età e sprecare meno caratteri.

Il Tono

Lo stile personale è, a mio modo di vedere, la strada da seguire. Ovvio che, se stai pubblicando per conto di un’agenzia funebre (dico per assurdo), non darai più spazio ad un tono frivolo ma dovrai dare una visione più professionale.

Coinvolgimento sociale

Devi innanzitutto dare un’utilità al tuo messaggio. Successivamente, cerca di incuriosire il lettore. Poni anche una domanda finale ogni tanto: in questo modo attirerai l’utente a risponderti e questo creerà conversazione.

Cosa postare?

Se scrivi per conto di un’azienda, devi aggiornare i tuoi follower sugli eventi, sui prodotti e sui servizi, genericamente. Puoi comunque usare i post anche per tenere concorsi e/o promozioni ed, ultimo ma non ultimo, condividere contenuti utili (in questo caso, è buona cosa non dimenticare mai di citare la fonte!).

I Link

L’ordine, è anche alla base di una buona scrittura. I link non postarli per intero (per esempio: http://www.corriere.it/tecnologia/14_febbraio_19/facebook-compra-whatsapp-operazione-19-miliardi-71c80624-99b3-11e3-89bf-8cd8af0e5a04.shtml) ma utilizza programmi per accorciarli come bit.ly o goo.gl. In questo modo, il tuo post, sarà sicuramente più piacevole alla lettura e più comprensibile.

Le immagini

Ci sono social network più “visual”, quindi propensi ad una maggior pubblicazione di foto, ed altri meno. Fatto sta che, una bella immagine con una buona risoluzione, adeguata al tema del post, ha nel 99% dei casi, un buonissimo engagement col pubblico di qualsiasi piattaforma.

Questi semplicissimi sistemi, ti aiuteranno a scrivere in maniera più consona sui social media. Nei prossimi articoli, come da calendario editoriale, scenderò più nello specifico, approfondendo la scrittura per singolo social.

Non ti resta che continuare a seguirmi…  😉

Total 0 Votes
0

Tell us how can we improve this post?

+ = Verify Human or Spambot ?

About The Author

Classe '83, tenero amante del tortellino in brodo, ex basketball player, tifoso di colori rossoneri, oggi papà e marito. Mi occupo di Social Media Marketing dal 2012 per PMI, aziende e brand pubblici. Dal 2015 mi sono verticalizzato sull'Instagram Marketing. Sono quella persona che siede davanti al computer tra le 8 e le 12 ore al giorno, per curare al massimo il tuo brand.

Commenta l'articolo!

4 commenti on "Scrivere per i social media"

  1. Math Captcha: ripassiamo anche un po’ la matematica. A parte gli scherzi, ottimo articolo. Continuerò senz’altro a seguirti e consiglierò la tua lettura. Ci sentiamo su Twitter 😉

  2. Pingback: Scrivere post per i blog (non è mai stato così facile) - APclick

  3. Pingback: Scrivere per il web: il mio consiglio è... - APclick

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*