Ma, i social media, non servivano per comunicare?

360 0

Lo scenario, d’ora in poi, sarà sempre più complicato da interpretare e da commentare all’utente medio, come alle aziende che desidereranno affidarsi ai social media per la comunicazione digitale.

Ma, i social media, non servivano per comunicare?Ancora una volta, Facebook, fa scacco matto. Con l’introduzione di Shopping e Services, ha abbattuto quell’unica vera certezza: i canali social media servono per comunicare al target, non per vendere.

Ora, l’affermazione, dovrà essere necessariamente modificata in “Facebook è la piattaforma più completa rispetto a tutte le altri rivali, oltre che al suo canale pubblicitario Ads, permette ai brand di comunicare e al contempo di vendere i propri prodotti e servizi”.

A confermarlo una fonte certa, niente po po di meno che Sharyl Sandberg (COO Facebook) nella conferenza stampa dello scorso 18/09, nel quartier generale di Menlo Park. Quindi, mica il ragionier Filini.

La situazione oggi è chiara: Shopping darà la possibilità ai brand di mostrare e vendere i propri prodotti, mentre Services avrà le medesime capacità ma in termini di servizi, il tutto, sia chiaro, esclusivamente per le fanpage. Ecco perché parliamo di brand.

Un altro calcione nel sedere, in termini di possibilità di vendita, a tutte quelle imprese che continuano a fare uso dei profili personali sul network ed a quei sconcertanti ragazzoni che, in sede di appuntamento coi clienti, consigliano profili personali piuttosto che fanpage perché “oggi hanno potenzialmente più visibilità”.

Hanno potenzialmente più visibilità organica, amici miei, ma (forse!) dimenticate l’edge rank: se il pubblico all’interno del vostro cerchio di amicizie è interessato a patate e voi vendete motoscafi, di certo non avrà grandi possibilità di visualizzare i vostri post sul suo newsfeed.

Ecco.

Tornando a noi, e qui punto i fari a tutti i professionisti che lavorano sul web, dovremo stare ben attenti a dosare le nostre parole e a rivedere molte delle nostre strategie. Infatti, seppur Facebook faccia tendenzialmente più rumore in termini di novità, non è l’unica piattaforma social che darà la possibilità di vendita attraverso i social media. Al 25 settembre 2015, in rampa di lancio ne abbiamo ben tre:

Tutte le altre, come Twitter e Google+, continueranno a tessere le loro fortune (si fa per dire, visti gli ultimi dati Q2) esclusivamente come canali di comunicazione, dove poter parlare col proprio target.

Concludendo, non possiamo certo mettere nero su bianco che Shopping e Services andranno ulteriormente a consolidare l’onnipotenza di Facebook e l’ecosistema di Zuckerberg, ne, tanto meno, cominciare a parlare di revisione di ogni strategia in corso d’opera per i brand clienti ma, se tanto ci da tanto, i Video di Facebook fanno scuola, fossi nelle altre piattaforme social comincerei ad investire in nuove menti per provare quantomeno a colmare il gap con nuove, utili e innovative features.

Total 1 Votes
0

Tell us how can we improve this post?

+ = Verify Human or Spambot ?

About The Author

Classe '83, tenero amante del tortellino in brodo, ex basketball player, tifoso di colori rossoneri, oggi papà e marito. Mi occupo di Social Media Marketing dal 2012 per PMI, aziende e brand pubblici. Dal 2015 mi sono verticalizzato sull'Instagram Marketing. Sono quella persona che siede davanti al computer tra le 8 e le 12 ore al giorno, per curare al massimo il tuo brand.

Commenta l'articolo!

Nessun commento on "Ma, i social media, non servivano per comunicare?"

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*