Quanto costa la gestione di un canale social media?

12507 9

Il dilemma di ogni social media marketer: quanto far pagare al cliente la gestione di un canale social?

Quanto costa la gestione di un canale social media?E’ una domanda da 1 milione di dollari. Non di Euro: il bigliettone verde ha pur sempre il suo fascino, suvvia!

Ci sono letteralmente un mare di varianti e di possibili aspetti da valutare con estrema attenzione dietro a questo quesito, prima di poter emettere una congrua offerta al cliente.

Che poi di congruo non c’è (quasi) mai nulla, per due motivi:

  1. arriva il banzai di turno e ci strappa il progetto da sotto il naso con un’offerta economica da fame
  2. spesso ci soffermiamo all’interesse per quel determinato progetto o brand, al suo prestigio che apporterebbe al nostro portfolio, e pur di portarlo a casa abbassiamo le nostre pretese cercando di “starci dentro”

Per il punto 1, ahimè, non ho antidoti. Per quanto riguarda il punto 2, invece, soprattutto quando siamo all’inizio della nostra carriera – mi riferisco in particolare ai freelance non ci vediamo nulla di male investire in un progetto che non ci porterà un eccezionale guadagno economico, perché tuttavia ci permetterà di aumentare il prestigio del nostro parco clienti, e questo creerà un effetto domino positivo in fase di presentazione attività, nell’inconscio dei nostri futuri consumatori.

Tornando ai fatti, elaborare e inserire in un’offerta tutti i possibili aspetti che portano alla completa e corretta gestione di una pagina aziendale, non è cosa semplice per un social media marketer freelance.

Quanto costa la gestione di un canale social media?Ecco perché ho voluto dare trasparenza di tutti i punti a cui vado attingere io, prendendo come esempio la situazione tendenzialmente più richiesta: l’amministrazione di una fanpage Facebook.

Dando già per scontata la determinazione dell’obiettivo col cliente, nella nostra proposta economica dobbiamo sempre integrare:

  1. analisi del settore di appartenenza
  2. analisi dei competitor e ricerca opinion leader
  3. elaborazione social media strategy
  4. creazione di calendario editoriale
  5. eventuale apertura fanpage
  6. eventuale inserimento di tutte le informazioni aziendali necessarie ad una efficace descrizione profilo
  7. eventuale creazione ed installazione copertina e immagine profilo
  8. eventuale personalizzazione tasto invito all’azione sul diario
  9. eventuale integrazione tab video
  10. eventuale acquisizione contenuti visual

I primi quattro punti sono le fondamenta che gettiamo per la gestione di una buona campagna, quindi, gli imprescindibili. Senza uno di questi, il brand non arriverà mai all’obiettivo prefissato.

I punti 1, 2 e 3 in particolar modo, li determino sempre con un costo una tantum, sulla base delle ore investite e dei dati raccolti. Quindi, li moltiplico con il prezzo orario di riferimento. Esempio: 8h (tempo investito) x 30,00 €/h (costo orario).

  • Consiglio: qualora le ore investite risultassero eccessive – per una lentezza nostra, soprattutto se alle prime armi – non addebitatele al cliente, perché non è uno stupido.

Il punto 4, lo calcolo sempre nella gestione mensile della fanpage, derivata dall’analisi dei punti 1, 2 e 3. Esempio: se devo pubblicare tre post a settimana, andrò a calcolarmi il tempo medio impiegato per la loro creazione e la moltiplicherò per il mio prezzo orario.

  • Consiglio: nel costo mensile, tieni sempre conto del report!

I punti 5, 6, 7, 8 e 9 sono le pratiche minime e standard per il lancio di una nuova fanpage aziendale Facebook. Io, mediamente, impiego 2/3 ore e determino un costo una tantum ad inizio progetto.

Il punto 10 è uno dei più sottovalutati. Spesso, infatti, il cliente ci espone di avere decine e decine di immagini e video da inoltrarci e poter sfruttare fra i post settimanali ma, nella maggior parte dei casi, ci troviamo con contenuti visual di bassa risoluzione e scarso impatto. Ecco, quindi, la necessità di integrare con foto fresche e ingaggianti il nostro calendario editoriale, andando ad acquisirle su piattaforme come Shutterstock.

  • Consiglio: non inserite una voce a parte una tantum, ma calcolatela nella gestione mensile. In questo modo il cliente non vi ponerà la fatidica domanda “Ma, non possiamo farne a meno?” trovandovi quindi nella situazione di scontargliela, nella migliore delle ipotesi.

E quindi, quanto costa la gestione di un canale social media?

Dipende, come abbiamo detto precedentemente non c’è un costo preciso per ogni progetto, perché varia da situazione a situazione. Ci sono punti imprescindibili però, sui quali lavorare e determinare la nostra offerta economica.

Non mi vergogno a dire che, in alcuni casi, ho proposto gestioni a 250,00 €/mese (+ i punti 1, 2 e 3 sopra, naturalmente), e per la loro semplicità, e perché il progetto garantiva una lunga durata e possibili integrazioni.

L’importante è (anche) capire sempre chi abbiamo di fronte, l’obiettivo, la linea temporale fissata nell’ordine e l’impegno delle varie ed eventuali che ne deriveranno: questi sono aspetti da non trascurare mai nella determinazione di un’offerta economica, e che nessuno potrà insegnarti, se non la tua esperienza.

Total 19 Votes
2

Tell us how can we improve this post?

+ = Verify Human or Spambot ?

About The Author

Classe '83, tenero amante del tortellino in brodo, ex basketball player, tifoso di colori rossoneri, oggi papà e marito. Mi occupo di Social Media Marketing dal 2012 per PMI, aziende e brand pubblici. Dal 2015 mi sono verticalizzato sull'Instagram Marketing. Sono quella persona che siede davanti al computer tra le 8 e le 12 ore al giorno, per curare al massimo il tuo brand.

Commenta l'articolo!

9 commenti on "Quanto costa la gestione di un canale social media?"

  1. Pingback: bla bla blogger 27 maggio 2015 - Social-Evolution di Paola Chiesa

  2. Luca

    Salve Alessandro,
    recentemente sono in contatto con il mio primo cliente, una piccola realtà della mia città e mi ha chiesto in particolar modo di occuparmi della parte social (facebook in primis e molto probabilmente integrare nella strategia anche Instagram).

    Ho letto con molto interesse il tuo post e mi ritrovo in pieno nel fatto della difficoltà nello stilare un preventivo giusto e soprattutto ben fatto.

    Mi chiedevo se fosse possibile avere una bozza di un preventivo, per basarmi su come operativamente scriverlo.

    Grazie

    • Ciao Luca,

      purtroppo non posso inviarti un mio preventivo, per due semplici motivi:
      1. è materiale che rientra nella privacy dell’azienda e coi clienti
      2. scenderemmo nella consulenza vera e propria

      Tuttavia posso dirti che tre anni fa mi sono trovato anche io nella tua stessa identica situazione e, allora, c’erano molti meno punti di riferimento in questo settore confronto ad oggi. Quindi, anche di reperibilità di informazioni e contenuti.

      La mia esperienza può suggerirti di creare un bel documento in word con intestazione e logo aziendale (tuoi) + riferimenti clienti. Nella copertina inserire un oggetto e un sommario relativo al tema dell’offerta economica che andremo ad esplodere.
      Inoltre, non dimenticarti di specificare ogni singolo sotto servizio del servizio principale. Per intenderci: gestione pagina facebook –> 1) elaborazione piano editoriale, 2) creazione calendario editoriale, 3) reportistica, etc.

      Ah, ultimo ma non ultimo: contatta un buon avvocato e fatti stilare delle condizioni generali di vendita dei servizi che ti tutelino.

  3. Luca

    Caio,
    sei stato chiarissimo nel tuo articolo. Volevo, però, porti un ulteriore quesito: io e degli amici abbiamo l’intenzione di creare una società il cui scopo sia quello di gestire le pagine social di vari negozi, quale procedure dovremmo compiere?

    • Ciao Luca,

      innanzitutto in bocca al lupo per la vostra nuova attività.
      Per quanto riguarda ciò che mi chiedi posso certamente aiutarvi, ma si tratterebbe di una consulenza vera e propria, perché è questo quello che richiede il tuo quesito più che un semplice consiglio.

      Contattami pure via email se vuoi che procediamo. Diversamente, un grande in bocca al lupo di nuovo 🙂
      Ciao

  4. Giulia

    Buongiorno Alessandro,
    Grazie per il tuo articolo, mi chiedevo se anche i post sponsorizzati su fb li includi nel pacchetto mensile o adotti altre misure?

    Grazie in anticipo,
    Giulia

    • Ciao Giulia,

      no, la gestione delle Ads io la tengo sempre a parte, perché preferisco commisurarla al numero di campagne che vado a creare nel mese.
      Puoi però garantire un minimo di campagne nel tuo pacchetto gestionale, se ti fa più comodo 🙂

      Grazie a te
      Ciao

  5. Paolo

    Ciao!
    I prezzi orari che proponi, 30 euro, sono lordi? Cioè il cliente ti dà 30 euro e tu ci paghi poi le tasse? Graie 😉 Paolo

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*